Tag: codice della strada

Come funziona il bonus revisioni

Puoi richiedere il bonus revisione sul sito del Ministero delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili e su www.bonusveicolisicuri già da gennaio 2022, riferito alle revisioni di novembre e dicembre 2021.

Il MIMS in collaborazione con la società SOGEI si occupa di effettuare il controllo sui dati inseriti dal proprietario del veicolo, a Consap, invece, spetta l’erogazione del rimborso di euro 9,95.

Il bonus può essere richiesto una sola volta sulla revisione di un solo veicolo.
Da maggio 2022 è possibile richiedere il bonus veicoli sicuri per le revisioni effettuate da gennaio 2022 in poi.

Scopri di più su Autoscuole nel web.

come evitare l'effetto dunning-kruger alla guida

Effetto dunning-kruger come colpisce gli automobilisti

L’effetto dunning-kruger è più diffuso del previsto e i social media hanno solo aumentato la percezione di superiorità delle persone: siamo tutti chef, virologi, esperti di moda e guidatori provetti dal giorno stesso della patente.

Se ti chiedessero quanto sei bravo a guidare o in una classifica da zero a dieci quanto pensi di sapere guidare, tu cosa risponderesti?

Stanne certo, dati alla mano, la maggior parte degli italiani sovrastima la propria capacità alla guida.
Addirittura in una ricerca del 2013 (un po’ datata, ma sempre attuale) circa il 95% degli automobilisti pensa di avere una capacità alla guida sopra la media e il restante? Non ha la patente.

Cosa si verifica nella nostra mente da indurci a cotanta sicurezza al volante? È quello che gli esperti chiamano effetto dunning kruger, uno dei bias cognitivi più ricorrenti.

Effetto dunning-kruger alla guida

Come mai più siamo convinti di sapere e meno sappiamo?
A dare una spiegazione psicologica a questa sicurezza ostentata sono stati i ricercatori americani Dunning e Kruger, che in seguito a un curioso, quanto strambo, fatto di cronaca sono giunti alla conclusione che una persona troppo stupida, spesso non riesce a riconoscere di esserlo.

Nella ricerca sull’effetto dunning-kruger hanno chiesto a dei volontari di identificare il loro grado di competenza in tre ambiti diversi: umorismo, logica e grammatica.
Bene, chi si è proclamato super competente nei test, fallisce la prova pratica.
Al contrario, chi nei test è più umile, mettendo in dubbio le proprie capacità, è non solo più capace, ma spesso soffre del disturbo contrario, cioè la sindrome dell’impostore.
Perché ti ho raccontato questa storia?
Perché quante sono le persone che avendo la patente di guida da anni, pensano di essere piloti di Formula Uno? E quanti giovani, che solo per aver guidato qualche volta la macchina del papà, mettono a repentaglio la propria e l’altrui sicurezza a causa della troppa convinzione?

Pensaci.

Come superare l’effetto dunning-kruger alla guida

Parti dal presupposto che se sei hai meno di 18 anni e stai cominciando a guidare, sicuramente penserai di guidare “benino”, ma lo fai al di sotto della media.

Quindi è importante avere una buona predisposizione all’apprendimento e alla relazione con l’istruttore. Autoscuola Giulio Cesare propone programmi di formazione che non focalizzano l’attenzione sull’errore commesso, bensì sul confronto.
Rosario riesce a responsabilizzare i suoi allievi, rendendoli consci dei limiti della guida e di quanto l’inesperienza sia una cosa reale.
L’inesperto alla guida pensa esattamente il contrario (ecco il dunning kruger effetto) e il compito del bravo istruttore è farlo partire da una base di umiltà.

Sei d’accordo?
Se vuoi conoscere più nel dettaglio il metodo di Autoscuola Giulio Cesare, leggi anche qui.

Che lavoro posso fare con la Cqc?

Che cos’è la Cqc?
La Carta di qualificazione del conducente è l’abilitazione professionale alla guida di mezzi per il trasporto cose o persone.
La Cqc si affianca alle patenti professionali C, C+E, D, D+E.

La distinzione in due macro categorie avviene in base alla modalità di trasporto: cose o persone.
Il candidato può ottenere solo una delle qualifiche o entrambe.
La Cqc è obbligatoria dal settembre 2008 per il trasporto persone e dal settembre 2009 per il trasporto cose.

Per ottenerla occorre frequentare un corso di formazione ordinaria di 280 ore (260 ore teoria + 20 pratica) o un corso accelerato di 140 ore (130 ore teoria + 20 pratica).

Per conoscere i requisiti per ottenerla e tutto l’iter di formazione, leggi l’articolo completo su Autoscuole nel web.

Albero di Natale: trasportalo in sicurezza

Natale is coming, co me si suol dire e poteva mancare l’articolo a tema natalizio, magari sull’albero di Natale? Certo che no!

Qualunque sia il modello di albero di Natale che scegli, è importante che tu tenga in considerazione alcuni accorgimenti per trasportare l’albero di Natale in auto.

Anche in questo caso è importante seguire il Codice della strada, che si occupa dei trasporti stagionali negli art. 61 e 164.
Il primo descrive il limite della sagoma da trasportare, il secondo le regole sulla sistemazione del carico.


Il carico deve essere sistemato così da non costituire un impedimento per il guidatore, soprattutto durante una brusca sterzata.
Inoltre è preferibile trasportare l’albero all’interno dell’abitacolo dell’auto, perché nonostante non sia espressamente vietato, il trasporto con portellone posteriore sollevato riduce la visibilità del conducente e può essere quindi molto pericoloso.

Trasportare l’albero sul tettuccio dell’auto è la soluzione ottimale per chi viaggia con un veicolo dalle dimensioni ridotte o per chi non vuole rovinare sedili e tessuti.
Anche in questo è necessario seguire delle regole: è bene imbustare o avvolgere l’albero in una rete, sistemarlo con la punta rivolta davanti, così il vento non ne rovina i rami; inoltre, ricorda di  bloccare l’addobbo natalizio con elastici o appositi nastri.

Tieni conto della sporgenza.
L’albero non deve sporgere né avanti  né dietro, per non compromettere la stabilità del veicolo o coprire i dispositivi luminosi.

Segui queste semplici accortezze, non vorrai prendere una multa proprio prima di Natale?

Regole della strada: dal 10 novembre si cambia!

Le sorprese per gli automobilisti non sono finite: dal casco, al foglio rosa, alle aree di sosta, vediamo quali sono le nuove regole del Codice della strada.

Il Nuovo Codice è stato approvato il 4 novembre in Senato e dal 10 novembre è effettivo, continua a leggere per essere aggiornato e non rischiare sanzioni.

Ecco le nuove norme della strada:

  • Casco: il casco è obbligatorio sempre e chi guida è responsabile se il passeggero non indossa il dispositivo di protezione, a prescindere dall’età.
  • Parcheggiare negli spazi appositi dei disabili, ha sempre comportato una multa, ma le nuove regole prevedono il raddoppio dell’importo della sanzione e una triplicata sottrazione dei punti
  • Parcheggi: i comuni possono con ordinanza del sindaco riservare spazi alle soste temporanee o permanenti per categorie speciali di veicoli, dalle auto dei vigili urbani ai veicoli adibiti al trasporto delle persone con disabilità alle strisce rosa, cioè le aree parcheggio per donne in gravidanza.
  • Soste auto elettriche: per le auto elettriche è permessa la sosta nei pressi della colonnina di ricarica solo il tempo necessario al rifornimento, calcolato in un’ora.
  •  Cellulari alla guida: vengono elencati tutti i dispositivi, smartphone, tablet, computer, che comportano il momentaneo allontanamento delle mani dal volante distraendo il conducente.
  • Foglio Rosa: il foglio rosa vale 12 mesi, anziché 6 e in caso di bocciatura l’esame di guida per la patente B può essere ripetuto tre volte.
  • Chi ha conseguito la patente di guida può guidare auto più potenti con a fianco una persona con meno di 65 anni e patente B da almeno 10.
  • Per quanto riguarda i monopattini, il limite di velocità è ridotto a 20 km/h, è previsto l’obbligo di avere indicatori di direzione, stop e freni, ma non si è arrivati a un accordo sull’uso del casco obbligatorio.
  • Vietate poi le pubblicità sessiste o violente sulla strada, qualunque cartellone arrechi danno alla libertà e pensiero altrui viene subito rimosso.

Ulteriori novità riguardano i blocchi stradali, i trasporti in condizioni eccezionali, le auto e i monopattini a noleggio, ti invitiamo a consultare l’elenco completo sul sito del Ministero.

Sito realizzato da Autoscuole nel Web